Stefano Bottero

Stefano Bottero nasce a Roma nel dicembre del 1994.
Si laurea in Letteratura Musica Spettacolo nel 2016. Attualmente prosegue gli studi accademici.
È autore di diversi articoli pubblicati su riviste accademiche in materia di critica letteraria.Poesie di ieri, sua prima raccolta poetica, verrà pubblicata dall’editore Oèdipus nel 2019.



Silloge
da Poesie di ieri, Oèdipus, 2019

Mi trascina verso il peso delle cose
questa scimmia che ho sulla schiena.
È un lembo di niente
il suo parlare indistinto,
una spina,
il mormorio del traffico.

“o re, il peso si fa spirito,
siamo una costellazione.”

Così nel tenue turbamento della nebbia di Monza
                    -incanto, incauto, vivo per scommessa
la vita è una sala d’aspetto
e ho perso il momento.

*

Te ne vai
nella routine del tuo male immenso
incustodita.

*


Fammi venire senza toccarmi
delicata di gelsomino,
d’ansia e di debole sussulto
dei numeri della mitologia universale
di lavatrici, di templi.

Voglio per me solo il riposo e la debolezza
e le tue mani sul viso,
che il corpo dia il senso inafferrabile
                                                 di specchi,
l’uno davanti all’altro.

Ma corteggia il lamento del non avrei mai creduto
e impara a memoria ogni verso
ogni particolare,
ogni addormentarmi
sul tuo corpo di candido difetto,
di confusione mentale.

Stefano Bottero